07 Apr 2020
Treeclimbing Firenze

Treeclimbing ai tempi del Coronavirus

Treeclimbing ai tempi del Coronavirus” è un’idea nata in questo periodo di blocco totale della nostra attività lavorativa. Cosa poter fare per non fermarsi in questo momento tanto difficile e delicato? Come posso fare per trasmettere alcune conoscenze che ho rimanendo distanti ma uniti? E così ho pensato di fare dei video sui temi di arboricoltura e treeclimbing, per poter rimanere in contatto. In queste settimane anche noi ci siamo fermati per ovvi motivi sanitari e di sicurezza. Abbiamo fermato sia la nostra attività lavorativa, prevalentemente fatta di potatura e abbattimento alberi, sia i nostri corsi di formazione

Intorno a casa mia ho la fortuna di avere un giardino da poter sfruttare in molti modi, e mai come adesso è una grande risorsa. In questo giardino non ci sono alberi di grandi dimensione e di grande valore arboreo. Però ho potuto fare comunque dei video utilizzando un abete, un piccolo cedro e degli ulivi.

Come può essere il treeclimbing ai tempi del Coronavirus?

In questo periodo di quarantena ho pensato a cosa poter fare per rimanere attivo sul mio lavoro, la mia passione. Inoltre poi mi sono chiesto: posso “offrire” quello che so anche ad altre persone che in questo momento non hanno a disposizione uno spazio verde? Più che in altri momenti credo che ci sia bisogno di solidarietà, e questo è un modo che ho trovato. I video sono ovviamente a disposizione di tutti e consultabili gratuitamente da tutti. Però non sono dei corsi di formazione e la visione di questi video non abilita nessuno. Sono delle nozioni che colleghi e amici possono integrare nel loro bagaglio tecnico ma non posso sostituire una formazione “reale”.

Così ho deciso di proporre questi 5 video sul treeclimbing. Ora più che mai è la passione che fa la differenza. Presto torneremo ad arrampicare gli alberi, a prenderci cura di loro!

Parte 1: Sagolino pescato

Treeclimbing restando a casa – parte 2: Attrezzatura

Parte 3: Campionati di TC: lavoro o competizione?

Treeclimbing restando a casa – parte 4: SRT / DRT? Quale la tecnica migliore?

Treeclimbing restando a casa – parte 5: Recupero del ferito.

02 Dic 2019
Treeclimbing Firenze

Treeclimbing Firenze

Il Treeclimbing a Firenze è il servizio che maggiormente offriamo ai nostri clienti, per la potatura e l’abbattimento di alberi ad alto fusto. Ma cos’è? Come funziona questa tecnica? Chi la può esercitare? Chi è un vero professionista?

Con l’arrampicata sugli alberi è possibile accedere e operare su ogni albero, qualunque sia la sua dimensione, grandezza o ubicazione. La scelta di operare in treeclimbing a Firenze è senza dubbio infatti, la soluzione migliore per intervenire sugli alberi per le operazioni di potatura, consolidamento cura o abbattimento. Il treeclimbing è una tecnica che oramai è totalmente affermata e normata a livello nazionale.

La potatura degli alberi in treeclimbing

Intervenire “arrampicando gli alberi” permette di non utilizzare i normali mezzi meccanici, come gru, cestelli, grossi camion, portando molti benefici ai nostri clienti. Dove si può arrivare? Si riesci infatti ad intervenire anche negli spazi più stretti, difficili e non facilmente raggiungibili. Inoltre il treeclimbing è anche la migliore tecnica per salvaguardare la salute, l’aspetto e l’integrità degli alberi della nostra amata città: Firenze. 

Quali sono i vantaggi? Intervenire con questa metodologia consente all’operatore, il climber, di lavorare dall’interno verso l’esterno della chioma. In questo modo infatti si può avere una visuale certamente migliore e più completa di ogni parte della chioma, dalle biforcazioni principali fino ad arrivare agli apici più lontani dal tronco. 

Ma è una tecnica sicura? E’ una tecnica normata? Il treeclimbing è una tecnica totalmente sicura se ovviamente l’operatore che la pratica è una persona preparata, formata e professionale. Grazie alla nostra esperienza lavorativa in molti ambiti, alla professionalità maturata in tanti aspetti e alla continua formazione, sia come formatori che corsisti, ci siamo affermati come punto di riferimento per il Treeclimbing a Firenze.

L’abbattimento controllato in treeclimbing

Le ragione per cui un albero viene abbattuto in ambiente urbano sono molteplici. Con la nostra tecnica e le nostre competenze siamo in grado di intervenire su alberi anche di grosse dimensioni. Con la tecnica dell’abbattimento controllato possiamo letteralmente “smontare” in ogni parte un albero intero. In che modo?Tramite un sistema complesso di corde, carrucole, anelli di abbattimento e frizioni, siamo in grado di calare a terra ogni ramo e ogni porzione di tronco.

Questo il link del video di uno dei lavori svolti con la tecnica treeclimnbing a Firenze.

 

I campionati di treeclimbing.

L’arrampicata su alberi è principalmente una tecnica per il lavoro sugli alberi, per la cura e la potatura. Le gare consistono nel mettere alla prova il concorrente, il treeclimber appunto, in varie prove di tecnica e velocità. Come si svolgono? Come funzionano?

Ci sono varie “discipline”, e lo scopo primario dei campionati è di mostrare le buone pratiche arboricolturali. Non è infatti solo una gara di velocità, ma un insieme di valutazioni, come la sicurezza, la tecnica e l’eleganza nei movimenti etc…, premiano il climber più bravo.

Da ormai alcuni anni, il mio primo campionato risale infatti all’anno 2012, frequento il “mondo delle competizioni”. Da subito, la possibilità di mettermi alla prova e di poter vedere treeclimber molto esperti mi ha coinvolto molto. Partecipare alle gare, a prescindere dal risultato ottenuto, regala la possibilità di conoscere persone molto esperte nel treeclimbing, sia concorrenti sia giudici, e anche di imparare tantissime cose.

Da subito sono rimasto affascinato dall’eleganza e la produttività di alcuni colleghi. Ma ho trovato anche un grande riscontro con l’attività lavorativa. Infatti, con decisione, posso affermare che i campionati sono una grande scuola, e che la correlazione tra lavoro e competizione è molto forte.

Quando gareggio nelle gare di treeclimbing è come se stessi lavorando, quando lavoro è come se stessi facendo un campionato di treeclimbing.

Da ormai diversi anni partecipo ai campionati, sia in Italia che all’estero. Ho vinto 3 volte i campionati nazionali (2016/2018/2019) e nel 2017 sono arrivato quarto ai campionati mondiali di treeclimbing. Questo è il miglior risultato di sempre di un treeclimber italiano nelle competizioni internazionali.

Il treeclimbing Firenze è una tecnica sicura?

Operare con le funi su alberi ad alto fusto è una tecnica di lavoro sicura. Oltre a essere sicura è anche una tecnica certificata perché si rifa al Dlgs 81/08 (sicurezza sui luoghi di lavoro). Negli ultimi 10 anni il mercato ha fornito davvero tante novità e sperimentazioni nelle attrezzature specifiche per gli arboricoltori che operano con le funi. Il treeclimbing si sta affermando ormai come una tecnica riconosciuta a livello globale per il giusto intervento per gli alberi ad alto fusto. Infatti se ci troviamo lavorare, con alti standard qualitativi, in Italia, Usa, Australia o Germania, sarà molto facile incontrare le stesse tecniche operative. Il treeclimbing è una tecnica in continua evoluzione e sperimentazione. Ci teniamo però a sottolineare di muoversi all’interno delle regole di sicurezza. Sia a livello delle norme regolate dal decreto legge ma anche alle indicazioni del produttore di ogni attrezzo. Ogni DPI (dispositivo di protezione individuale) viene commercializzato con un apposito libretto di “istruzioni”. In questo documento ci sono le specifiche di ogni componente del nostro sistema di arrampicata su alberi. Un buon treeclimber, un arboricoltore che opera in sicurezza, deve quindi attenersi in maniera scrupolosa alle norme indicate dal produttore.

Fare l’arboricoltore utilizzando il treeclimbing come tecnica operativa è un mestiere che può regalare grandi soddisfazioni. Non è un lavoro però dove ci si può permettere di improvvisarsi. La formazione continua è un aspetto fondamentale. Consigliamo fortemente di percorrere un percorso di corsi di formazione specialistici. Questo percorso non si esaurisce in breve tempo, assolutamente. Tuttora anche noi, dopo anni di lavoro esperienza e formazione, continuiamo a formarci continuamente.

 

04 Nov 2019
Corsi di treeclimbing Toscana

Corsi di treeclimbing Toscana

In Toscana svolgiamo corsi di treeclimbing (arrampicata su alberi). Con questo corso di formazione, ci proponiamo come scopo principale quello di introdurre gli allievi al mondo dell’arboricoltura. In 5 giorni affrontiamo tutti gli argomenti, teorici e pratici necessari per entrare nel mondo del lavoro di questa splendida professione.

Gli allievi dei Corsi di treeclimbing Toscana di questo corso hanno la possibilità di apprendere tutte le tecniche basilari dell’arrampicata sugli alberi. Infatti si comincia con il lancio del sagolino, l’installazione delle funi di accesso, i sistemi di risalita. A seguire si insegna: scelta dell’ancoraggio, installazione del sistema di lavoro e poi si comincia con la movimentazione. Ogni giorno di corso regala agli allievi qualcosa di nuovo e stimolante con l’aiuto di docenti di alto livello, riconosciuto a livello nazionale e internazionale.

Corsi di treeclimbing: teoria e pratica

Le prime due giornate (di 8 ore) sono teoriche, cioè si svolgono come una normale lezione frontale. Gli allievi ricevono diverse nozioni di vario tipo. Si analizzano infatti gli aspetti normativi, le responsabilità del datore di lavoro e si inquadrano i principali percorsi legislativi. Il docente illustra le principali attrezzature utilizzate e le tecniche del treeclimbing. Particolare attenzione viene anche data alla parte “medico – sanitaria”. Vengono spiegate le principali manovre di soccorso e primo intervento. Ad esempio come fare la chiamata ai soccorsi in maniera corretta e saper gestire al meglio un’emergenza.

Tutte le nozioni teoriche vengono poi messe in pratica nella seconda parte del corso: 3 giorni di pura arrampicata sugli alberi. Gli allievi, sempre bene assistiti dal corso docente, sperimentano sugli alberi le principali tecniche del lavoro in pianta. L’ultimo giorno oltre all’esame finale, si simulano anche delle situazioni di incidente.

Il nostro spirito:

Proponiamo il treeclimbing come tecnica operativa per intervenire sugli alberi. Un vero arboricoltore però non è solo un climber, ma anche un professionista che opera con passione e competenza su questi splendidi esseri viventi. All’interno del corso di formazione treeclimbing abbiamo infatti inserito, seppur in piccola parte, una piccola lezione di arboricoltura.

La nostra premura è quella di insegnare le tecniche basilari per poter arrampicare gli alberi in modo sicuro ed efficiente. Il corsista riceve così gli strumenti per poter affacciarsi al lavoro del treeclimber arboricoltore. Ma è un lungo percorso che non si esaurisce certamente con 5 giorni di corso di formazione. Questo è solo l’inizio di un percorso, di una grande avventura, di una fantastica professione!

Attestato:

In seguito al superamento delle verifiche, di teoria e di pratica viene rilasciato l’attestato di abilitazione ai lavori in quota su fune per gli alberi mod. B. Secondo il D.Lgs 81/08 tale attestato è riconosciuto da parte della Regione Toscana, ed ha valenza su tutto il territorio nazionale. Finito il corso ogni allievo può cominciare l’avventura della professione dell’arboricoltore. Ci teniamo a ricordare che non bastano 5 giorni corsi per imparare un mestiere. Il nostro lavoro è molto bello, regala molte emozioni ma questo è solo il primo di una lunga serie di tappe. Infatti riteniamo fondamentale che il percorso formativo non finisca qui.

Il percorso professionale per conoscere gli alberi, sapere come “funzionano” e sapere come intervenire non finisce mai. Per questo proponiamo altri corsi di approfondimento. Ovviamente non è solo la formazione a far diventare dei buoni arboricoltori. Anche la parte pratica è fondamentale. Proprio per questo sosteniamo chi conclude il corso a intraprendere un percorso lavorativo. Siamo in contatto infatti con molte realtà lavorative che possono risultare utili ai corsisti. Conoscere delle persone esperte e già inserite in realtà lavorative affermate, è un vantaggio enorme per i nostri allievi.